Finest Quality Food & Beverage
contatti@vaniabarthelemy.com
+39 0775 727294
0

Cena di gala, la tua occasione speciale: Krystal e Proy Goulard

Cena di gala, la tua occasione speciale: Krystal e Proy Goulard

Il pacco di ostriche e champagne “Cena di gala” è l’ideale per una cena esclusiva e nelle occasioni speciali, per festeggiamenti e party. Il pacco contiene le ostriche KRYSTAL di Bassa Normadia, e una bottiglia di Champagne PROY GOULARD “Funambule” brut

Lo Champagne proviene da un insieme di vigne situate a Trigny, Janvry e Avize (Grand Cru). Questa giovane famiglia di récoltant- manipulant, viticoltori che producono e commercializzano Champagne a proprio nome utilizzando esclusivamente le uve dei vigneti di proprietà, è riuscita a plasmare un prodotto inimitabile per il suo genere e per il suo stile. Alla vista si rivela un giallo molto carico e brillante, con un’unghia verdolina e, come direbbero in Francia, una “mousse très fine“. I profumi invece che ci colpiscono per primi sono perle olfattive molto delicate e fresche, ma anche evolute. Un insieme di scorza di agrumi, una nota di pera e un finale mielato molto molto intenso. Al palato una ricchezza di aromi e sensazioni molto durature evidenziano la mineralità e la complessità dello Chardonnay, come la potenza e la finezza del Pinot Noir.

Una Cuvèe eclettica, come la definisce la stessa enologia, perché capace sia di affiancare la nostra ostrica Krystal, nonché di impreziosire piatti di pesce su uno sfondo vegetale scuro come l’utilizzo di fungo porcino, ma anche confrontarsi con pietanze di tutto altro genere come un foie gras, e rivelare tutta la sua vera identità.

E l’ostrica Krystal? Medaglia d’oro al Concours General Agricole di Parigi, nel 2016, viene definita “l’ostrica dal sapore perlaceo“. Apprezzabile sia a livello gastronomico che estetico, nasce solo grazie alle capacità estreme degli ostricoltori. In particolare, con un metodo di allevamento in sospensione, quest’ostrica ottiene un’elevata carnosità, un color madreperla eccezionale e un muscolo più forte rispetto alle cugine. Il suo sapore risulta quindi molto delicato, quasi dolce, e con un retrogusto piccante.

Come servire le ostriche?

Rigorosamente sopra il ghiaccio tritato. Non scordatevi di mettere qualcosa tra il ghiaccio e l’ostrica, come delle alghe o una foglia di insalata, per evitare che l’acqua del ghiaccio penetri dentro la conchiglia e rovini il sapore della carne. Le ostriche si accompagnano con pane di segale, burro, scalogno e porro, o cipolle in agrodolce. Per percepire in modo ottimale il gusto di mare l’ostrica non va inghiottita intera.

Sapete a cosa serviva il limone? A riconoscere la freschezza dell’ostrica: il limone infatti fa contrarre la carne dell’ostica fresca e non ha effetti su quella che è stata conservata male. Ovviamente questa pratica risale a tempi antichi, quando le modalità di trasporto e conservazione non erano molto sicure.